Richiedi maggiori informazioni

Madagascar

Madagascar & Mauritius

madamauritius thLa grande isola del MADAGASCAR, collocata nell’Oceano Indiano al largo delle coste sud-orientali dell’Africa, è stata un crocevia geografico dove sopravvivono tradizioni di mille paesi: il riso coltivato a terrazze come in Indonesia, le piroghe a bilanciere dei polinesiani, i libri di magia scritti in caratteri arabi, l’allevamento brado caratteristico delle tribù africane, i mercati ed i negozi indiani.
Nonostante che nel corso degli anni l’habitat naturale della fauna e della flora si sia drasticamente ridotto, il paese può ancora vantare una sorprendente varietà di ambienti tale da costituire un prezioso e variegato archivio di specie animali e vegetali uniche al mondo, in parte ancora sconosciute. Sotto il profilo antropologico sono 18 le etnie principali che oggi popolano l’isola e presentano un’incredibile varietà di tratti somatici. Anche in questo caso l’isolamento ha fatto sì che gli elementi culturali portati da ciascuno si siano mescolati e sviluppati in modo del tutto originale. Il viaggio si conclude con un soggiorno mare nella splendida isola di Mauritius.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Madagascar: parchi e mare

Con i suoi grandi ed unici parchi naturali, il Madagascar offre la possibilità di un viaggio che vi permetterà di immergervi nella natura, che fa di quest'isola un vero paradiso. Quando visiterete il Madagascar, sarete in un luogo in cui circa il 95 % delle specie presenti sono uniche al mondo: potrete ammirare un ecosistema di enorme valore naturalistico ed ecologico, un patrimonio per tutta l'umanità. E le bianchissime spiagge del Madagascar, punteggiate da sonnolenti villaggi di pescatori, permettono di rilassarsi e di avvicinarsi all'ospitale popolazione.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Madagascar: avventura in fuoristrada

mada fuoristradath Il Madagascar offre agli appassionati dei viaggi infinite possibilità: chilometri di piste, anche sabbiose lungo la costa, che portano a remoti villaggi di pescatori  sul Canale di Mozambico. Molti parchi naturali possono essere raggiunti solo con i mezzi opportuni e quindi sono molto meno affollati,  offrendo quindi la possibilità di immergersi completamente nella natura.
Nonostante che nel corso degli anni l’habitat naturale della fauna e della flora si sia drasticamente ridotto, il paese può ancora vantare una sorprendente varietà di ambienti tale da costituire un prezioso e variegato archivio di specie animali e vegetali uniche al mondo, in parte ancora sconosciute.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Madagascar: lemuri e balene

indriindrith

La parte Nord-Orientale del Madagascar è una zona molto particolare, molti visitatori la scelgono soprattutto per visitare l'ecosistema marino dell’Isola di Sainte Marie (detta anche Nosy Boraha), e rilassarsi sotto le palme delle spiagge incredibili di questo piccolo paradiso. Durante l'inverno australe, Sainte Marie è anche un luogo ideale per osservare la migrazione balene megattere. La parte orientale del Madagascar è la regione più umida dell'isola con precipitazioni costanti. La stagione più "secca" va da agosto a novembre-dicembre, anche se di solito piove quasi ogni giorno, quindi non dimenticate l’impermeabile! Ma molto importanti sono alcuni parchi tra cui il parco Andasibe-Mantadia, conosciuto come ‘Riserva Périnet’ e creato nel 1989, accessibile durante tutto l’anno. Essendo la zona di foresta pluviale con la più grande biodiversità del paese, è una riserva integrale, messo sotto tutela ed è vietata qualsiasi forma di sfruttamento o danneggiamento dell’ecosistema. Durante le escursioni alla riserva d’Analamazaotra i visitatori hanno l’occasione di imbattersi in più di cento specie di orchidee dai colori accessi e brillanti che sbocciano tra settembre e gennaio. La flora è comunque un po’ diversa da quella che caratterizza i parchi delle zone di savana: ninfee, liane, felci, bambù. Ma qui l’attrazione è soprattutto la possibilità di avvistare la specie di lemure più grande, l’indri, impossibile da vedere negli zoo perché non sopravvive in cattività. Questo grande animale, che può arrivare a un metro di altezza, emette dei suoni simili a quelli di una balena ed il suo aspetto ricorda un incrocio tra un primate e un panda.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Madagascar: il Grande Sud in fuoristrada

Il Madagascar offre agli appassionati dei viaggi infinite possibilità: chilometri di piste, anche sabbiose lungo la costa, che portano a remoti villaggi di pescatori  sul Canale di Mozambico. Molti parchi naturali possono essere raggiunti solo con i mezzi opportuni e quindi sono molto meno affollati,  offrendo quindi la possibilità di immergersi completamente nella natura.
Nonostante che nel corso degli anni l’habitat naturale della fauna e della flora si sia drasticamente ridotto, il paese può ancora vantare una sorprendente varietà di ambienti tale da costituire un prezioso e variegato archivio di specie animali e vegetali uniche al mondo, in parte ancora sconosciute.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Madagascar: Tsingy e Baobab

La grande isola del MADAGASCAR, collocata nell’Oceano Indiano al largo delle coste sud-orientali dell’Africa, è stata un crocevia geografico dove sopravvivono tradizioni di mille paesi: il riso coltivato a terrazze come in Indonesia, le piroghe a bilanciere dei polinesiani, i libri di magia scritti in caratteri arabi, l’allevamento brado caratteristico delle tribù africane, i mercati ed i negozi indiani.
Nonostante che nel corso degli anni l’habitat naturale della fauna e della flora si sia drasticamente ridotto, il paese può ancora vantare una sorprendente varietà di ambienti tale da costituire un prezioso e variegato archivio di specie animali e vegetali uniche al mondo, in parte ancora sconosciute. Sotto il profilo antropologico sono 18 le etnie principali che oggi popolano l’isola e presentano un’incredibile varietà di tratti somatici. Anche in questo caso l’isolamento ha fatto sì che gli elementi culturali portati da ciascuno si siano mescolati e sviluppati in modo del tutto originale.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Madagascar: magie del nord e Nosy Be

nosybeth

Appena si scende dall’aereo si comprende perché le isole del Nord del Madagascar siano anche conosciute come "Isole dei profumi":  si avverte subito il profumo balsamico dell’ylang ylang, del caffè, del cacao e della vaniglia.
La costa delle Isole di questo arcipelago è tra le zone più incontaminate del Madagascar, è una zona ideale per chi ama la natura.  L'isola più grande ed importante della regione è Nosy Be, con i suoi 60.000 abitanti, l’aeroporto ed un'importante zona turistica. È circondata da un arcipelago di altre isole minori tra cui Nosy Komba, Nosy Iranja,  Nosy Saba, che offrono strutture in grado di ospitare viaggiatori, mentre la maggior parte sono disabitate. Il capoluogo di Nosy Be è la città di Andoany, meglio conosciuta come Hell-Ville. Sull'isola ci sono undici laghi vulcanici, che costituiscono un'importante risorsa d'acqua per la coltivazione ed un ottimo habitat per i coccodrilli.  Le isole fanno da contorno ad una costa ricca di insenature e panorami inconfondibili che alternano spiagge con palme a tratti rocciosi. Un luogo in cui ci si può avvicinare alla pace immergendosi nella natura in modo totale. Questo straordinario tratto costiero riserva affascinati sorprese anche per chi voglia avventurarsi nell'entroterra visitando la Montagne d'Ambre oppure la riserva dell'Ankarana.

 

bottone info

 

Leggi tutto...

Photogallery

Newsletter

Per iscriverti compila i seguenti campi.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003
Privacy Policy